Conservazione registri carico scarico rifiuti


sono tenuti alla. Registro di carico e scarico dei rifiuti: il documento che contiene informazioni sulle caratteristiche quantitative e qualitative dei rifiuti prodotti e/o. Chi deve tenere il Registro di Carico e Scarico Rifiuti (art. devono invece conservare i registri a tempo indeterminato e, al termine dell'attività. Il luogo di conservazione secondo la normativa. La normativa stabilisce che i Registri di Carico e Scarico Rifiuti devono essere tenuti e conservati presso ogni​.

Nome: conservazione registri carico scarico rifiuti
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 34.27 Megabytes

L'Autorita' per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, al fine di garantire l'accesso universale all'acqua, assicura agli utenti domestici del servizio idrico integrato in condizioni economico-sociali disagiate l'accesso, a condizioni agevolate, alla fornitura della quantita' di acqua necessaria per il soddisfacimento dei bisogni fondamentali, sentiti gli enti di ambito nelle loro forme rappresentative, sulla base dei principi e dei criteri individuati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e con il Ministro dell'economia e delle finanze, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

Al fine di assicurare la copertura degli oneri derivanti dal comma 1, l'Autorita' per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico definisce le necessarie modifiche all'articolazione tariffaria per fasce di consumo o per uso, determinando i criteri e le modalita' per il riconoscimento delle agevolazioni di cui al medesimo comma 1. All'articolo del decreto legislativo 3 aprile , n. Note all'art. Registri di carico e scarico. Sono obbligati alla compilazione e tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti: a gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali non pericolosi di cui alle lettere c e d del comma 3 dell'art.

Sono esclusi dall'obbligo della tenuta dei registri di carico e scarico: a gli enti e le imprese obbligati o che aderiscono volontariamente al sistema di controllo della tracciabilita' dei rifiuti SISTRI di cui all'art.

Contiene la descrizione dei rifiuti raggruppati per tipologia, per produttore e provenienza. Quando rendiamo i documenti informatici?

Effettuare la conservazione digitale dei documenti precedentemente analogici. Entrambe queste strade possono essere pienamente percorribili, in base alla normativa e alla tecnologia a disposizione?

Inoltre il numero di protocollo del documento deve essere generato automaticamente dal sistema, e registrato in una forma non modificabile art. Sebbene il successivo D. I termini di conservazione invece seguono quelli relativi ai documenti fiscalmente rilevanti. Omessa o incompleta tenuta del registro di carico e scarico Chiunque omette di tenere o tenga in modo incompleto il registro di carico e scarico relativamente ai rifiuti non pericolosi è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 2.

Chiunque omette di tenere o tenga in modo incompleto il registro di carico e scarico relativamente ai rifiuti pericolosi è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro La sanzione è ridotta da Euro 2. Le imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi; Le imprese e gli enti produttori di rifiuti non pericolosi derivanti da: Lavorazioni industriali; Lavorazioni artigianali; Attività di recupero allegato C alla parte IV del D.

I registri di carico e scarico prima di poter essere utilizzati devono essere registrati nel registro IVA. Note all'art.

Registri di carico e scarico. Sono obbligati alla compilazione e tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti: a gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali non pericolosi di cui alle lettere c e d del comma 3 dell'art.

Sono esclusi dall'obbligo della tenuta dei registri di carico e scarico: a gli enti e le imprese obbligati o che aderiscono volontariamente al sistema di controllo della tracciabilita' dei rifiuti SISTRI di cui all'art. Gli imprenditori agricoli di cui all'art.

Nel registro di carico e scarico devono essere annotate le informazioni sulle caratteristiche qualitative e quantitative dei rifiuti prodotti o soggetti alle diverse attivita' di trattamento disciplinate dalla presente Parte quarta. Le annotazioni devono essere effettuate: a per gli enti e le imprese produttori iniziali, entro dieci giorni lavorativi dalla produzione e dallo scarico; b per gli enti e le imprese che effettuano operazioni di preparazione per il riutilizzo, entro dieci giorni lavorativi dalla presa in carico dei rifiuti e dallo scarico dei rifiuti originati da detta attivita'; c per gli enti e le imprese che effettuano operazioni di trattamento, entro due giorni lavorativi dalla presa in carico e dalla conclusione dell'operazione di trattamento; d per gli intermediari e i commercianti, almeno due giorni lavorativi prima dell'avvio dell'operazione ed entro dieci giorni lavorativi dalla conclusione dell'operazione.