Repository git scarica


  1. git - la guida tascabile
  2. Fase 2: creare un repository locale
  3. Download da Git
  4. Convivere con i client
  5. GIT - 1 - Introduzione: add, commit, push, pull

Il secondo clona un repository Git esistente, su un altro server. un directory "grit ", dentro di questa inizializza una seed-designs.us, scarica tutti i dati del repository. Quando cloni un repository, viene aggiunto automaticamente un repository remoto chiamato origin. In questo modo git fetch origin scarica le modifiche che sono. Scarica git per Windows git clone [email protected]:/percorso/del/repository la tua copia locale del repository è composta da tre "alberi" mantenuti da git. Git lavora con i repository. E l'ultimo è il repository è online (git push server). . fetch Download objects and refs from another repository pull Fetch from and.

Nome: repository git scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 22.64 MB

Se utilizzi Git e CodeCommit per la prima volta, questo tutorial ti consente di scoprire alcuni semplici comandi con cui iniziare.

Se conosci già Git, puoi ignorare questo tutorial e passare al Tutorial di CodeCommit. In questo tutorial viene descritto come creare un repository che rappresenta una copia locale del Repository CodeCommit. Tale repository è denominato repository locale.

Dopo la creazione del repository locale, apporti alcune modifiche allo stesso. Quindi invii push le modifiche al Repository CodeCommit. Inoltre simuli un ambiente di team dove due utenti eseguono indipendentemente il commit delle modifiche nel relativo repository locale ed eseguono il push di tali modifiche al Repository CodeCommit.

Non si garantisce che la presente documentazione sia priva di errori. Qualora l'utente riscontrasse dei problemi, è pregato di segnalarli per iscritto a Oracle. Qualora il software o la relativa documentazione vengano forniti al Governo degli Stati Uniti o a chiunque li abbia in licenza per conto del Governo degli Stati Uniti, sarà applicabile la clausola riportata di seguito. Government end users are "commercial computer software" pursuant to the applicable Federal Acquisition Regulation and agency-specific supplemental regulations.

No other rights are granted to the U. Il presente software o hardware è stato sviluppato per un uso generico in varie applicazioni di gestione delle informazioni.

git - la guida tascabile

Non è stato sviluppato né concepito per l'uso in campi intrinsecamente pericolosi, incluse le applicazioni che implicano un rischio di lesioni personali.

Qualora il software o l'hardware venga utilizzato per impieghi pericolosi, è responsabilità dell'utente adottare tutte le necessarie misure di emergenza, backup e di altro tipo per garantirne la massima sicurezza di utilizzo. Oracle Corporation e le sue consociate declinano ogni responsabilità per eventuali danni causati dall'uso del software o dell'hardware per impieghi pericolosi.

Altri nomi possono essere marchi dei rispettivi proprietari.

Intel e Intel Xeon sono marchi o marchi registrati di Intel Corporation. Il software o l'hardware e la documentazione possono includere informazioni su contenuti, prodotti e servizi di terze parti o collegamenti agli stessi.

Oracle Corporation e le sue consociate declinano ogni responsabilità ed escludono espressamente qualsiasi tipo di garanzia relativa a contenuti, prodotti e servizi di terze parti se non diversamente regolato in uno specifico accordo in vigore tra l'utente e Oracle. Oracle Corporation e le sue consociate non potranno quindi essere ritenute responsabili per qualsiasi perdita, costo o danno causato dall'accesso a contenuti, prodotti o servizi di terze parti o dall'utilizzo degli stessi se non diversamente regolato in uno specifico accordo in vigore tra l'utente e Oracle.

Accesso al Supporto Oracle. I clienti Oracle che hanno acquistato il servizio di supporto tecnico hanno accesso al supporto elettronico attraverso il portale Oracle My Oracle Support.

Fase 2: creare un repository locale

JavaScript precedente deve essere abilitato per visualizzare correttamente questo contenuto. Dopo aver completato lo scaffold, è possibile scaricarne la definizione da usare come punto di partenza per il codice API.

Impostare il backend Creare il backend che verrà utilizzato dall'API. Nel pannello di navigazione di Oracle Mobile Hub fare clic su Backlog per visualizzare la pagina Backend. Fare clic su Nuovo backend e nella finestra che consente di immettere un nome adeguato nel campo Nome , quindi fare clic su Crea. Viene visualizzata la pagina di configurazione del backend. Dispone di un proprio pannello di navigazione, aperto nella pagina Impostazioni.

Informazioni dettagli backend e istanza record Registra le informazioni necessarie quando si configura lo strumento di sviluppo. ID client applicazione membro team Segreto client applicazione membro team. Creazione di un progetto Creare un progetto che includa un repository Git.

Nella pagina Dettagli progetto immettere un nome per il progetto e fare clic su Successivo. Nella pagina Modello selezionare Repository iniziale e fare clic su Successivo.

Download da Git

Collaborare con altri implica di sapere amministrare questi repository remoti, inviarne e prelevarne dati per condividere il lavoro. Amministrare i repository remoti significa sapere come aggiungerli, rimuovere quelli che non più validi, amministrare varie diramazioni remote e decidere quali tracciare e quali no, e ancora altro. Di seguito tratteremo le conoscenze necessarie per farlo.

Per vedere i server remoti che hai configurato, puoi eseguire il comando git remote. Questo elenca i nomi brevi di ogni nodo remoto che hai configurato. Se hai clonato il tuo repository, dovresti vedere almeno origin — che è il nome predefinito che Git da al server da cui cloni:.

Puoi anche aggiungere -v , che mostra anche l'URL che Git ha associato a quel nome breve:.

Convivere con i client

Se hai più di un server remoto, il comando li elenca tutti. Questo significa che posso prendere facilmente i contributi da qualunque di questi utenti. Nelle sezioni precedenti ho accennato all'aggiunta dei repository remoti e dato alcuni esempi, ma qui lo vedremo nello specifico.

Per aggiungere un nuovo repository Git remoto con un nome breve a cui possa riferirti facilmente, esegui git remote add [nome breve] [url] :. Ora potrai usare il nome pb alla riga di comando al posto dell'URL intero.

Il comando va sul progetto remoto e scarica tutti i dati dal progetto remoto che tu ancora non hai. Dopo averlo fatto dovresti trovare i riferimenti a tutte le diramazioni di quel server, che potrai unire o controllare in qualsiasi momento. Vedremo in dettaglio cosa sono le diramazioni e come usarle nel Capitolo 3.

Quando cloni un repository, viene aggiunto automaticamente un repository remoto chiamato origin. In questo modo git fetch origin scarica le modifiche che sono state condividise con server remoto da quando lo hai clonato o dall'ultimo tuo aggiornamento.

È importante notare che il comando fetch scarica queste informazioni nel tuo repository locale: non le unisce automaticamente e non modifica alcun file su cui stai lavorando.

Quando sei pronto dovrai essere tu a unirle al tuo lavoro, manualmente. Se hai una diramazione impostata per tracciarne una remota vedi la prossima sezione e il Capitolo 3 per maggiori informazioni , puoi usare il comando git pull per scaricare e unire automaticamente una diramazione remota in quella attuale.

Questo potrebbe essere un modo più facile e più comodo per lavorare; e in modo predefinito, il comando git clone imposta automaticamente la tua diramazione master per tracciare il master del server che hai clonato supponendo che il server remoto abbia una diramazione master. Eseguendo git pull vengono generalmente scaricati i dati dal server da cui hai fatto il clone originario e prova a unirli automaticamente con il codice su cui stai lavorando.

Quando il tuo progetto raggiunge uno stato che vuoi condividere, devi caricarlo sul server principale. Il comando perlo è semplice: git push [nome-remoto] [diramazione].

Se vuoi condividere la tua diramazione master sul tuo server origin lo ripeto: clonando questi nomi vengono generalmente definiti automaticamente , puoi eseguire il comando seguente per caricare il tuo lavoro sul server:. Questo comando funziona solamente se hai clonato il tuo progetto da un server su cui hai i permessi di scrittura e se nessun altro ha caricato modifiche nel frattempo.

Se cloni un repository assieme ad altri e questi caricano delle modifiche sul server, il tuo invio verrà rifiutato. Dovrai prima scaricare le loro modifiche e incorporarle con le tue per poterle poi inviare. Vedi il Capitolo 3 per maggiori informazioni su come fare il push su server remoti.

GIT - 1 - Introduzione: add, commit, push, pull

Se vuoi più informazioni su una particolare server remoto, puoi usare il comando git remote show [nome-remoto]. Se esegui il comando con un nome particolare, per esempio origin , avrai qualcosa di simile:.

Il comando ti dice anche se esegui git pull mentre sei su master , integrerà le modifiche sul master remoto dopo aver scaricato tutti i riferimenti remoti.

Elenca anche i riferimenti remoti che hai già scaricato. Questo comando crea sul tuo computer una copia completa del progetto completa di cronologia delle modifiche. Guida al versioning con Git. Come funziona Git 2. Installazione e prima configurazione di Git 3. Creare o clonare un repository 4. L'ambiente di lavoro Git 5.

Aggiungere, modificare e rimuovere file 6.