Programma rivendi scaricare


  1. Menu di servizio
  2. Aula virtual blackboard uap
  3. Diventa un Partner di BluCloud Srl
  4. Istruzioni per la creazione del file 'rivendi'
  5. programma rivendi non compatibile con windows 7??

Il pacchetto RIVENDI è stato realizzato per agevolare i concessionari nella predisposizione dei floppy disk contenenti le liste dei veicoli consegnati per la. Chiudere tutte le applicazioni attive sul proprio computer. Scaricare su una propria directory i 2 files (virtual machine java e pacchetto rivendi). Cliccare due volte. RIVENDI è il programma che permette ai Concessionari auto di creare l'archivio magnetico delle movimentazioni dei veicoli acquisiti per la rivendita, venduti o. Nota: le versioni dimostrative dei programmi Digisoft hanno delle limitazioni nelle per l'ambiente Java che consente l'esecuzione della procedura Rivendi.

Nome: programma rivendi scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 32.66 Megabytes

Macchine virtuali Java software e istruzioni. In seguito al rilascio da parte di Sun Microsystems della versione 1. Per consentire l'utilizzo dei software già installati gli utenti devono, dopo la nuova installazione, scaricare ed eseguire il programma UpdateJVM. Questa operazione non comporta, quindi, la nuova installazione dei pacchetti software dell'Agenzia. In alternativa è possibile installare la Virtual Machine Java effettuando il download dal sito della Sun Microsytem.

Appositi pulsanti consentono di controllare la validità del codice fiscale del Cliente, del numero di carta di credito, dell'IBAN bancario e del numero di partita IVA. Se il numero di partita IVA è esatto, il software indicherà quale Ufficio provinciale lo ha rilasciato. Il campo E-mail è affiancato da un pulsante che permette di lanciare l'applicazione presente sul proprio computer per la gestione della posta elettronica compilando in automatico la casella dell'indirizzo del destinatario.

Nell'archivio anagrafico è possibile annotare la denominazione della Ditta fornitrice, il nome del titolare o responsabile, l'indirizzo dell'azienda, le modalità di pagamento concordate, i recapiti telefonici di casa, ufficio, cellulare e fax, l'indirizzo e-mail, il recapito preferenziale dove il Fornitore desidera essere contattato, il codice fiscale, il numero di partita IVA, il numero di carta di credito con relativa data di scadenza e l'IBAN bancario.

Le schede dei Fornitori consentono, inoltre, di registrare le informazioni relative agli articoli che si acquistano abitualmente da ognuno di loro, gli sconti praticati e le modalità di ordine merce.

Menu di servizio

L'ambiente Scadenzario Manutenzioni consente di tenere sotto controllo scadenze e appuntamenti giornalieri, mensili o annuali dei veicoli da revisionare o da riparare, ma anche da vendere o acquistare, e di essere avvertiti al sopraggiungere della data. Le scadenze da gestire potrebbero riguardare gli interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria sugli automezzi, i pagamenti delle tasse automobilistiche nonché qualsiasi appuntamento preso con i Clienti del proprio autosalone.

Per salvare una scheda, è necessario premere Salva dopo aver indicato almeno la data e l'ora della scadenza, quanti giorni prima si desidera essere avvisati, il tipo di manutenzione da effettuare e i dati relativi all'automezzo associato a quell'impegno.

A questo punto bisognerà soltanto esprimere giorno, mese e ora e salvare la nuova scheda. I dati del Cliente abbinato ad una scadenza o appuntamento cognome e nome, codice fiscale e recapito preferenziale possono essere importati dall'archivio del Parco Automezzi servendosi del pulsante Importa dati.

Tale funzione consente di importare anche i dati relativi al mezzo da acquistare, vendere, riparare o revisionare tipo di veicolo, marca, modello, colore, tipo di alimentazione e numero di targa.

Per ogni scadenza o appuntamento è possibile stabilire con quanti giorni di anticipo si desidera essere avvisati. La presenza di appuntamenti imminenti viene segnalata sia in maniera visiva attraverso un messaggio informativo , sia in maniera sonora mediante un segnale acustico che si attiva automaticamente nel momento in cui si apre la finestra di lavoro.

Per visualizzare l'elenco delle scadenze o appuntamenti imminenti, basta fare clic sulla relativa scritta. Il calendario permette, inoltre, di richiamare le scadenze relative al giorno o al mese selezionato. La casella Appuntamento da confermare va spuntata per indicare che l'appuntamento preso con il Cliente, ad esempio per la vendita di un mezzo, è in attesa di conferma.

Il pulsante Da confermare permette di ottenere il riepilogo degli automezzi con scadenze in sospeso mostrando anche il nome di ciascun Cliente da contattare con il relativo numero di telefono. E' buona norma aggiornare lo Scadenzario Manutenzioni ogni volta che viene effettuata la manutenzione di un veicolo mettendo il segno di spunta sulla casella Manutenzione effettuata nella scheda dedicata e salvando i cambiamenti. Il pulsante Da effettuare visualizza l'elenco di tutte le manutenzioni non ancora eseguite, sia scadute che non.

Per rintracciare nell'elenco la scheda dell'automezzo da aggiornare, basta immettere il suo numero di targa nel campo di ricerca, fare clic sul pulsante Trova e, una volta evidenziato il veicolo nella lista, selezionarlo con un doppio clic per richiamare i dati nella finestra di lavoro principale. A questo punto è possibile spuntare la casella Manutenzione effettuata e premere Salva per registrare le modifiche. E' possibile salvare un numero illimitato di scadenze o appuntamenti per ciascun giorno.

Le scadenze inserite saranno visualizzate in ordine cronologico in base alla data e all'ora indipendentemente dall'ordine con cui l'utente le ha registrate in archivio. Nello scadenzario è disponibile una funzione di ricerca avanzata che consente di creare riepiloghi delle scadenze utilizzando più criteri di ricerca contemporaneamente.

Aula virtual blackboard uap

E' possibile, ad esempio, visualizzare l'elenco delle scadenze o appuntamenti relativi ad un mese specifico, con riferimento ad un determinato mezzo o Cliente, eccetera. L'applicazione Inventario Merce si compone di tre sotto-ambienti: i primi due consentono di visualizzare il riepilogo dei veicoli disponibili e di quelli venduti, mentre il terzo è studiato per la gestione del Magazzino Autoricambi.

Si tenga presente che i riepiloghi attingono i dati dal parco veicoli. In particolare, il riepilogo dei veicoli disponibili visualizza i dati di tutti i mezzi nella cui scheda è stata spuntata la casella Veicolo in vendita , mentre il riepilogo dei veicoli venduti mostra l'elenco dei mezzi nella cui scheda la stessa casella non è stata spuntata.

E' possibile stampare i riepiloghi su carta ottenendo l'elenco dei veicoli seguito dal loro valore complessivo potenziale o già guadagnato. L'applicazione Magazzino Autoricambi prevede l'archiviazione dei dati riguardanti i prodotti e i servizi che potranno poi essere richiamati per la compilazione dei preventivi, dei DDT, delle note di credito e delle fatture.

E' possibile catalogare prodotti e servizi di ogni genere, visualizzare un elenco di tutta la merce in esaurimento, ottenere l'inventario parziale o totale degli articoli in magazzino con il valore complessivo del capitale in deposito. La catalogazione della merce si effettua creando una scheda per ciascun prodotto nella quale bisogna indicare il codice dell'articolo, la tipologia merceologica di appartenenza, la marca e il modello, una descrizione delle caratteristiche principali, la presenza di eventuali elementi accessori, la sua ubicazione all'interno del magazzino, il nome del fornitore del bene con relativi recapiti, la data di acquisto e gli estremi del documento di compravendita.

Se si dispone di pneumatici è anche possibile inserire le informazioni sull'efficienza nel consumo di carburante, sull'aderenza su bagnato e sul rumore esterno da rotolamento delle gomme. Il pulsante Calcola valore consente di ottenere il valore totale della merce in magazzino moltiplicando il costo di acquisto per la giacenza.

Il campo Giacenza deve essere utilizzato per indicare la quantità del materiale disponibile in magazzino. Si ricorda che è anche possibile effettuare l'aggiornamento della giacenza nel momento in cui si compila un documento fiscale importando i dati dal magazzino. Il campo Avviso sottoscorta permette di essere avvisati quando la giacenza di un articolo in magazzino diventa inferiore al valore minimo indicato.

Per visualizzare l'elenco di tutti i prodotti in esaurimento, basta fare clic sul pulsante Sottoscorta. Il campo Tipologia è molto importante ai fini della creazione degli inventari parziali, dal momento che serve ad associare l'articolo ad una determinata categoria merceologica. Questo significa che l'utente deve inserire lo stesso valore in tale campo all'interno della scheda di ciascun prodotto che si vuole faccia parte di un determinato inventario parziale.

Il campo Note consente di registrare qualsiasi informazione aggiuntiva utile per identificare l'articolo in archivio tramite l'avanzata funzione di ricerca messa a disposizione dal programma.

Il pulsante Cerca sul Web apre il motore di ricerca Google per trovare su Internet informazioni riguardanti il prodotto merceologico visualizzato in quel momento, usando come filtro i dati inseriti dall'utente nei campi relativi alla marca e al modello dell'articolo.

L'utente del software ha la possibilità di allegare fino a tre file alla scheda di ciascun articolo. Tale funzione potrebbe risultare utile, ad esempio, se si vuole tenere traccia nel dettaglio di tutte le operazioni di carico e scarico effettuate per quella merce annotandole in un documento di Word da allegare alla scheda. Il pulsante Esporta archivio consente di esportare tutte le schede del magazzino in un foglio di lavoro di Microsoft Excel , che potrà essere aperto con qualsiasi software in grado di gestire i file in formato.

Per visualizzare l'inventario di tutti i prodotti del proprio magazzino o soltanto di quelli appartenenti ad una tipologia, è sufficiente servirsi del pulsante Inventario presente nella schermata di partenza del programma, indicare una tipologia nell'apposito campo che compare nella finestra successiva e premere il pulsante Visualizza.

Per ottenere l'inventario di tutti gli articoli in magazzino, bisogna premere il pulsante Visualizza senza indicare alcuna tipologia. La finestra dell'inventario mostra in apertura l'elenco dettagliato degli articoli, indicando per ciascuno di essi il codice identificativo, la marca e il modello, il costo, la giacenza e il valore ottenuto moltiplicando il costo per la giacenza.

In calce alla schermata è riportato l'ammontare del capitale complessivo in magazzino che si ottiene sommando il valore di tutti gli articoli merceologici. La compilazione dei documenti è facilitata dalla possibilità di importare le voci presenti nel Magazzino Autoricambi , i dati del Cliente e quelli dell'automezzo venduto.

L'applicazione Emissione Documenti di Trasporto fornisce tutto l'occorrente per gestire la documentazione dei beni viaggianti, permettendo l'archiviazione e la stampa di documenti di trasporto che, come è noto, hanno sostituito le bolle di accompagnamento fin dal I DDT hanno una loro numerazione progressiva, gestita direttamente dal programma. E' anche possibile visualizzare l'elenco dei DDT relativi ai carichi non ancora consegnati.

Diventa un Partner di BluCloud Srl

Oltre ai dati relativi alla Ditta emittente, al Cliente e ai prodotti venduti, nel DDT è possibile indicare le generalità del vettore, la destinazione della merce, la causale del trasporto, la tipologia di porto franco o assegnato , l'aspetto esteriore dei beni, la data e l'ora di inizio trasporto e quelle di consegna.

In calce al DDT sono anche presenti appositi spazi per la firma del vettore e di chi ritira la merce. Il calcolo del totale e dell'ammontare dell'IVA in base all'aliquota specificata è un'operazione effettuata automaticamente dal programma. Se l'articolo o servizio fatturato è esente da IVA, bisogna spuntare la relativa casella.

Istruzioni per la creazione del file 'rivendi'

Tutti gli importi sono calcolati in euro con supporto fino a quattro cifre dopo la virgola e arrotondamento del totale ai due centesimi. Le informazioni riguardanti la propria ditta sono salvate in automatico alla chiusura della schermata di lavoro. Un apposito pulsante presente negli ambienti per la compilazione delle fatture consente di attingere i dati da un preventivo emesso precedentemente. In particolare, il software permette di indicare una qualsiasi aliquota IVA e si attiene alla Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n.

In ottemperanza a tali disposizioni, le ricevute e le fatture emesse con Gestione Autosalone Pro 3. La stampa dei preventivi, delle note di credito, dei DDT e delle fatture riporta in calce la nota informativa sulla privacy D. Il calcolo del totale del documento e dell'ammontare dell'IVA in base all'aliquota specificata è un'operazione effettuata automaticamente dal programma.

Tale dicitura potrà essere inserita nel campo Note presente in fattura premendo il pulsante R. Si ricorda che il regime del margine è una particolare modalità di determinazione dell'IVA utilizzata prevalentemente dai commercianti di autovetture usate. Con tale regime, come già accennato, il cedente non espone l'IVA in fattura, che rimane incorporata nel corrispettivo e sarà oggetto di scorporo solo in presenza di eventuale margine positivo.

La casella Saldata va spuntata quando il Cliente provvede al pagamento dell'importo a cui il documento si riferisce. Un apposito pulsante permette di visualizzare l'elenco di tutte le fatture il cui pagamento è in sospeso. E' anche possibile applicare una percentuale di sconto ad ogni articolo riportato nel documento. La funzione Trova permette di ottenere riepiloghi dei preventivi, dei DDT, delle note di credito e delle fatture utilizzando più criteri di ricerca contemporaneamente.

Ad esempio, è possibile ottenere il riepilogo delle fatture emesse in un preciso giorno dell'anno, intestate a un determinato Cliente o a più Clienti che vivono in una stessa città, eccetera.

Tutti i veicoli acquisiti per la rivendita carico e venduti o rottamati scarico devono essere inseriti in un unico file; evitare quindi di creare un file per il carico e uno per lo scarico. La comunicazione della chiusura della sospensione, sia per vendita che per rottamazione, deve obbligatoriamente riportare anche la data di inizio sospensione. Le categorie dei veicoli vanno indicate secondo l' elenco riportato nelle istruzioni del programma "Rivendi".

Nel caso di vendita per esportazione all'estero, se non presente un codice fiscale, inserire il proprio, mentre nel campo della provincia "EE". Se l'acquisto o la vendita avvengono in una provincia non censita nel "Rivendi", inserirne una della solita Regione. Nel caso non ci sia un pagamento per la presenza di sole richieste di scarico veicoli , inserire "1" sia come importo che come numero di quietanza.

Nel caso in cui il programma "Rivendi" non sia installabile, è sufficiente inviare una mail a sospensionirivenditori regione. Non si garantisce il caricamento dei file creati tramite programmi diversi dal "Rivendi" o dall'Excel distribuito dall'Ente, qualora questi ultimi creassero problemi tecnici per incompatibilità con i sistemi in uso.

programma rivendi non compatibile con windows 7??

Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine e di fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie dei siti di Regione Toscana e su come eventualmente disabilitarli, leggi la " privacy policy ". Sei in:.