Carico e scarico merci normativa


Art.3 – OrariO e sOsta dei veicOli riservata al caricO e scaricO merci. - Art.4 – Orario fornitura /operazioni carico-scarico merci. - Art.5 – Piazzole carico e scarico. inesistenza di altro spazio destinato al carico e scarico merci nel raggio di mt. tanto per ragioni di uniformit· e conformit· alle disposizioni normative che. Del resto la normativa afferma che i comuni possono istituire stalli per carico e scarico merci riservati solo ai veicoli di categoria N. Merita comunque aggiungere. Lo stallo per carico/scarico merci è un'area di sosta riservata ai veicoli che devono effettuare attività di carico e scarico merci in prossimità di edifici con destinazione commerciale o artigianale. Nei centri abitati i Normativa di riferimento.

Nome: carico e scarico merci normativa
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 40.63 Megabytes

Chi dichiara il falso decade immediatamente dal beneficio ottenuto a seguito della dichiarazione ed è soggetto alle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia. Al fine di consentire un assetto razionale ed efficiente della distribuzione urbana delle merci si stabiliscono i sottonotati criteri finalizzati all individuazione di aree da riservare alla sosta dei veicoli che trasportano merci per consentire il relativo carico o scarico, di cui all art.

Tutti gli stalli riservati al carico e scarico di merci possono essere utilizzati, dagli utenti addetti al carico e scarico per un periodo massimo di 1 una ora, da certificare con disco orario. L ora di arrivo deve essere indicata ed esposta in modo ben visibile a cura dei fruitori dello stallo.

Sulle aree destinate ai veicoli per il carico e lo scarico di merci, nelle ore stabilite di cui al comma 1, è istituito il divieto di sosta con rimozione dei veicoli, ai sensi degli artt. L individuazione delle aree di sosta da riservare agli utenti del carico e scarico merci, deve tenere conto della necessità e dell opportunità di agevolare l approvvigionamento delle merci evitando situazioni di intralcio e conseguente pericolo per la sicurezza della circolazione.

All uopo, nel caso di ottenuta autorizzazione, il Comune procederà secondo la disponibilità di fondi.

Seguiamo le variazioni apportate dalla legge, passo passo. Cominciamo a vedere questi richiami del codice della strada. This is box title Art. This is box title bis. Le disposizioni di cui al periodo precedente non si applicano alle strade in concessione. Gli enti di cui al presente comma diversi dallo Stato utilizzano la quota dei proventi ad essi destinati nella regione nella quale sono stati effettuati gli accertamenti.

This is box title 4. La carta di circolazione di tali veicoli è rilasciata sulla base della prescritta licenza.

Chiunque adibisce a locazione senza conducente un veicolo non destinato a tale uso è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro ,00 a euro 1. Alla suddetta violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della carta di circolazione per un periodo da due a otto mesi, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI. Possono essere destinati ai servizi di linea per trasporto di persone: gli autobus, gli autosnodati, gli autoarticolati, gli autotreni, i filobus, i filosnodati, i filoarticolati e i filotreni destinati a tale trasporto.

Pare superfluo aggiungere commenti particolari per questo inserimento nel senso che ai veicoli già ammessi per la locazione senza conducente sono stati semplicemente aggiunti gli autobus, gli autosnodati, gli autoarticolati, gli autotreni, i filobus, i filosnodati, i filoarticolati e i filotreni. Una possibilità e una disponibilità in più. Al codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile , n.

Le banchine e rampe di carico devono essere adeguate alle dimensioni dei carichi trasportati. Le rampe di carico devono offrire una sicurezza tale da evitare che i lavoratori possono cadere.

Vie di circolazione, zone di pericolo, pavimenti e passaggi 1. Le vie di circolazione, comprese scale, scale fisse e banchine e rampe di carico, devono essere situate e calcolate in modo tale che i pedoni o i veicoli possano utilizzarle facilmente in piena sicurezza e conformemente alla loro destinazione e che i lavoratori operanti nelle vicinanze di queste vie di circolazione non corrano alcun rischio.

Il calcolo delle dimensioni delle vie di circolazione per persone ovvero merci dovrà basarsi sul numero potenziale degli utenti e sul tipo di impresa. Qualora sulle vie di circolazione siano utilizzati mezzi di trasporto, dovrà essere prevista per i pedoni una distanza di sicurezza sufficiente.