Carattere stampa parchment windows scaricare


  1. Installare font su Windows
  2. Description:
  3. Fonti papiracee
  4. L'area programmi su VOLftp

Se stai usando Windows, per riuscire ad installare i nuovi font scaricati da Internet sul tuo PC la prima cosa che devi fare è quella di. Per installare font sul tuo computer, che tu abbia un PC Windows oppure un Mac, Però mi raccomando, prima di scaricare e installare font e di servirtene in. Un font, in tipografia e in informatica, è il tipo di scrittura visibile su stampa e sullo schermo. I font sono i modelli grafici con cui si scrive al. Lettere TipografiaScrittura A Mano CorsivaMocaStampa Tipografica Calligraphy on parchment Calligrafia Dell'alfabeto, Suggerimenti Per La Scrittura . Waxe Font Letters Lettere Tipografia, Caratteri Scritti A Mano, Font Per Script, Pittura brush fonts, handwritten fonts and vintage fonts download for Windows and MAC.

Nome: carattere stampa parchment windows scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 50.89 MB

Vuoi creare dei bigliettini o dei poster diversi dal solito e per questo stai cercando dei caratteri di scrittura alternativi rispetto a quelli che sono integrati in Windows e macOS?

Allora direi proprio che capiti nel posto giusto al momento giusto. Si, hai capito benissimo! Nessun costo e nessuna fatica. Ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le necessità.

If you continue browsing the site, you agree to the use of cookies on this website. See our User Agreement and Privacy Policy.

Installare font su Windows

See our Privacy Policy and User Agreement for details. Published on Dec 7, Corso di Interazione Uomo Macchina del Prof. SlideShare Explore Search You. Submit Search. Successfully reported this slideshow. We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads.

You can change your ad preferences anytime.

Progettare il testo. Upcoming SlideShare. Like this presentation? Why not share! Embed Size px. Start on. Show related SlideShares at end.

WordPress Shortcode. Full Name Comment goes here. Are you sure you want to Yes No. No Downloads. Views Total views. Actions Shares. Embeds 0 No embeds. No notes for slide. Progettare il testo 1. Introduzione 5. Datazione al secolo. Materiale scrittorio. Tipo di supporto per esempio rotolo, codice, etc. Rimandi bibliografici esssenziali. Genere letterario. Soggetto per esempio letteratura, religione, scienza. Religione classica, cristiana, ebraica.

Nel CD-ROM è compreso il programma Hit, che permette di ricavare facilmente dei grafici dai dati compresi nel Leuven Database of Ancient Books: per esempio, è possibile costruire un istogramma della distribuzione nei diversi secoli delle copie esistenti delle opere di Omero: un modo semplice ed accattivante per studiare l'evoluzione culturale dell'Egitto greco e romano.

È possibile effettuare ricerche per autore, datazione, luogo di provenienza del "libro" antico, tipo di supporto, materiale scrittorio utilizzato, soggetto. Il Leuven Database of Ancient Books è offerto anche in una versione on line attraverso il link sopra proposto.

Description:

La banca dati on line viene costantemente incrementata ed aggiornata ha raggiunto nell'estete del i L'opportunità di integrazione dei dati offerta dalla rete con altri progetti di catalogazione e digitalizzazione è sfruttata al meglio ovunque possibile. La banca dati on line offre inoltre la posssibilità di creare statistiche sui dati registrati, ad esempio relative all'uso del supporto e materiale scrittorio - rotolo o codice, papiro o pergamena - nelle diverse epoche oppure in relazione al contenuto dei libri antichi; i dati elaborati sono inoltre comparabili, grazie alla funzione che consente di mettere a confronto due set di dati.

Clarysse , il direttore del progetto, oppure Jeroen Clarysse , che risponde a domande sulla realizzazione tecnica del database. The Leuven Homepage of Papyrus Collections World Wide In questo sito Willy Clarysse si propone di fornire una guida ai documenti posseduti da tutte le collezioni che conservano papiri, integrando notizie sulle collezioni con una schedatura dei vari archivi antichi identificati nelle diverse collezioni e con un repertorio di tutti gli scavi e gli acquisti attraverso i quali i papiri sono giunti nelle diverse collezioni.

In questo modo si prevede di poter fornire un'ausilio nella ricerca di manoscritti appartenenti a ritrovamenti omogenei poi dispersi nelle varie collezioni. Il progetto prevede di sviluppare in modo sistematico le funzionalità offerte dalla banca dati per la ricostruzione delle relazioni tra i documenti e per la ricostruzione della appartenenza dei manoscritti a gruppi omogenei.

Instone Brewer ha compilato questo interessante catalogo di documenti papiracei in greco, latino ed aramaico relativi alle pratiche di matrimonio e di divorzio nel mondo antico, dal IV sec. I documenti sono presentati in lingua originale la versione sul sito richiede i font SP, cui quali si vedano le informazioni nella pagina SP Fonts Home Page , ma troviamo anche il link alla Duke Data Bank of Documentary Papyri on line, nel sito di Perseus , con indicazioni relative alla datazione, al luogo di rinvenimento e ad eventuali traduzioni e immagini on line del papiro in questione.

Il sito comprende anche una bibliografia, in cui sono riportate le principali edizioni di testi papiracei, qualche raccolta di traduzioni in inglese e una scelta della bibliografia secondaria di particolare rilievo per la materia trattata. Commenti e soprattutto addenda vanno indirizzati all'autore del catalogo, all'indirizzo di posta elettronica dib10 cam. Wörterlisten aus den Registern von Publikationen griechischer und lateinischer dokumentarischer Papyri und Ostraka Dieter Hagerdorn, assistito da un team di collaboratori, ha pubblicato in Rete questo utile spoglio lessicale di alcune delle più recenti pubblicazioni di papiri e di ostraca , in parte non ancora rifluite nella Duke Data Bank of Documentary Papyri , almeno al momento in cui veniva compilata questa scheda febbraio Tra le oltre 30 pubblicazioni spogliate si segnalano per esempio: W.

Griechische Urkunden. Band , Berlin Bingen et alii , Mons Claudianus.

Ostraca Graeca et Latina. Melaerts a cura di , Papyri in honorem Johannis Bingen octogenarii P. Bingen , Leuven Kramer - D. IV , Stuttgart - Leipzig Louvre I , Bonn Handley et alii , The Oxyrhynchus Papyri. Haslam et alii , The Oxyrhynchus Papyri. Gonis et alii , The Oxyrhynchus Papyri. Allgemeines Wörterverzeichnis Lateinisch Si noti che ciascuna voce rimanda solamente alla raccolta in cui quel dato termine compare; per rintracciare il documento preciso in cui la parola è attestata si dovrà dunque ricorrere agli indici delle diverse pubblicazioni.

Papyri from the Rise of Christianity in Egypt PCE Il progetto dell'Ancient History Documentary Research Centre con sede in Australia presso la Macquarie University, che in un primo tempo aveva preso il nome di Corpus Papyrorum Christianarum si propone di raccogliere documenti utili allo studio della diffusione e della affermazione del Cristianesimo dal I sec. Nel sito gli interessati potranno trovare un'esposizione articolata del progetto e il prospetto dei testi che saranno considerati nel volume a stampa, con indicazione della data, della provenienza e del contenuto.

Sono compresi in questa lista anche i testi esclusi o incerti. I testi sono raggruppati per genere, saranno inclusi documenti pubblici tra cui documenti relativi alla persecuzione deciana, misure penali, dichiarazioni di proprietà della Chiesa, atti processuali, documenti civili che utilizzano termini propri anche delle comunità cristiane papiri di interesse sotto l'aspetto onomastico, testi della vita privata tra cui soprattutto lettere e atti , finendo con i testi para-letterari, di carattere magico o taumaturgico con echi biblici e infine testi liturgici, esercizi scolastici che utilizzano testi della Bibbia, libri patristici e testi dell'Antico e Nuovo Testamento sia canonici che apocrifi.

Il sito è completato da una pagina di link utili e da una breve presentazione dei collaboratori del progetto, di cui si forniscono gli indirizzi di contatto e una lista delle pubblicazioni. Ogni segnalazione di nuovi testi o commento sul lavoro svolto è gradita e va inoltrata a Malcon Choat: mchoat hmn. Bibliografie Bibliographie Papyrologique Per una descrizione di questo strumento rimando al capitolo su La ricerca bibliografica.

Ulteriori informazioni sul progetto e sulle condizioni di abbonamento si possono avere collegandosi attraverso il link sopra proposto. Associazioni e Centri di Studio Association Internationale de Papyrologues AIP La pagina dell'Associazione internazionale di papirologia presenta ovviamente molte informazioni di carattere organizzativo utili anche per chi non è membro dell'associazione stessa.

Segnalo inoltre una importante pagina di raccomandazioni agli editori di papiri e un completo elenco di links a siti di Internet dedicati a questo settore di studi. Per un esame più completo della pagina rimando alla scheda nella sezione dedicata alle Associazioni. Eventuali commenti e suggerimenti vanno inviati all'indirizzo di posta elettronica ab wayne. Katholieke Universiteit Leuven, Department of Classical Studies La Home Page del Dipartimento di Studi Classici di Lovanio consente di accedere a molti materiali di grande interesse per gli studiosi dell'Egitto greco-romano, tra gli altri: Prosopographia Ptolemaica , un documento che fa il punto sullo stato dei lavori della grande impresa prosopografica.

Inoltre una serie di databases e documenti che possono essere scaricati sul proprio computer Macintosh, ma che richiedono per la decompressione dei dati il programma Stuffit.

Greek accents on Egyptian names , un articolo di W. Clarysse su come accentare i nomi egiziani e gli altri nomi stranieri in greco. Hypercard stack to convert dates of the Pharaonic, Greco-Roman and Byzantine period into Julian calendar. A first acquaintance , una introduzione al demotico per papirologi. Bibliothek, descrizione dei servizi offerti dalla biblioteca dell'Istituto di Papirologia.

Fonti papiracee

Über die Papyrologie, una schematica esposizione degli scopi della disciplina. Personal, elenco del personale docente e non docente che lavora presso l'Istituto, con gli indirizzi di posta elettronica da contattare. Forschung und Projekte, con rimandi alle pagine relative ai diversi progetti portati avanti presso l'Istituto: ricordiamo in primo luogo l' Heidelberger Gesamtverzeichnis der griechischen Papyrusurkunden Aegyptens , su cui vd. Nützliche Weblinks, ampia selezione di pagine web dedicate alla papirologia.

Aktuelles, notiziario dell'Istituto. L'indirizzo di posta elettronica dell'Istituto di Papirologia è il medesimo del suo direttore, Dieter Hagedorn, Dieter. Hagedorn urz. Oltre alla Home Page dell'Istituto di papirologia tra le altre utili risorse dell'Università di Heidelberg per i papirologi e gli studiosi dell'Egitto antico segnaliamo la pagina delle Nuove accessioni nelle biblioteche di Heidelberg concernenti l'Egitto antico. Institut de Papyrologie de la Sorbonne Paris IV Il sito si segnala in particolare per le immagini on line della collezione papiracea parigina.

Rimandando per una descrizione più puntuale di questo strumento alla scheda nella sezione Collezioni: Europa , mi limito qui ad una rapida descrizione generale del sito, che si compone delle pagine: Historique et statut.

L'Equipe et ses travaux. Les collections des Papyrus vd. La Bibliothèque. Liens papyrologiques. L'indirizzo e-mail di contatto dell'Istituto è papysorb paris4. Ryholt, è relativa alla collezione dei papiri Carlsberg, conservati al Carsten Niebhur Institute dell'Università di Copenhagen. La collezione è andata formandosi tra gli anni '20 e gli anni '50, con l'acquisto dal mercato antiquario di materiali provenienti in gran parte da Tebtunis e inoltre da Edfu ed Hawara. Il pezzo forte della collezione Carlsberg è dato dai numerosi testi letterari demotici che facevano parte della biblioteca del tempio di Tebtunis, databili al I-II sec.

Nel sito elettronico si potrà trovare: Informazioni sulla formazione ed i caratteri della raccolta. L'elenco delle pubblicazioni della serie The Carlsberg Papyri. L'inventario dei testi pubblicati, con i riferimenti bibliografici principali ed eventualmente il rimando ad un'immagine on line. L'elenco dei testi pubblicati a seconda della lingua o della scrittura nella quale sono redatti ricordiamo infatti che i P.

Carlsberg comprendono testi geroglifici, ieratici, demotici, greci, latini, copti, arabi ed anche alcuni testi in lingua tamil, su foglie di palma. Concordanze dei frammenti combacianti con papiri conservati in altre collezioni ricordiamo infatti che numerosi testi letterari demotici della biblioteca del tempio di Tebtunis sono stati riconosciuti nella collezione dell'Istituto Papirologico "G. Vitelli" di Firenze; altri frammenti si trovano sparsi in diverse raccolte europee, egiziane e statunitensi.

Haun A. Bülow-Jacobsen ha compilato una breve introduzione alla collezione di papiri dell'Università di Copenhagen, dalla quale si accede ad un'immagine del celebre frammento del papiro di Saffo; una seconda fotografia, inedita, ci presenta il papiro di Copenhagen ricomposto con il frustulo milanese appartenente al medesimo documento. Les papyrus et parchemins du Moyen Euphrate J. Gascou e D. Feissel, con la collaborazione di Stavros Lazaris, ingegnere presso il Centre d'Etudes Byzantines de Strasbourg, hanno messo a disposizione della comunità scientifica le immagini, tratte dalle diapositive, dei P.

Euphrate, corredate da indicazioni bibliografiche sulla pubblicazione dei documenti e sugli studi successivi. Die Giessener Papyrussammlung In questa pagina Manfred Landfester descrive brevemente la formazione della collezione di documenti papiracei dell'Università di Giessen. Il collegamento al database risultava purtroppo impossibile nel momento in cui redigevo questa scheda; una descrizione seguirà il più presto possibile.

Papyri aus der Sammlung Gradenwitz im Kloster Beuron und ein Katalog der Gradenwitz-Papyri aus dem Jahre Immagini digitali delle fotografie dei 13 papiri un tempo parte della collezione privata dello storico del diritto Otto Gradenwitz, donati alla abbazia di Beuron dal proprietario ed ancora oggi là conservati.

Di grande interesse sono anche le immagini del catalogo dei papiri Gradenwitz del , conservato presso l'Institut für Papyrologie dell'Università di Heidelberg.

I papiri ed il catalogo sono studiati da D. Hagedorn e K. Griechische Papyri der Heidelberger Papyrussammlung Contiene immagini on line di tutti i documenti pubblicati in F. Gerhard, Griechische Papyri. Sono state aggiunte le immagini dei papiri presenti nella collezione di Heidelberg pubblicati nei volumi P. Il repertorio iconografico è dunque in rapido accrescimento ed è continua la messa in Rete di altre pubblicazioni relative alle collezioni papiracee di Heidelberg dai due papiri scolastici bizantini pubblicati in MPER XV, ai papiri pubblicati nei volumi di scritti in onore P.

Bingen e P. Thomas, a quelli dell'archivio tolemaico, ristudiato nei P. Dryton, agli importanti nuclei documentari dei P. IV, e nel SB. Vi è inoltre la possibilità di accedere anche ai testi - soprattutto letterari, magici, biblici - pubblicati singolarmente e non rifluiti in raccolte. Per ogni papiro viene fornito un titolo, il numero di inventario, le misure, la datazione, il luogo d'origine, indicazioni bibliografiche relative all'eventuale pubblicazione di una fotografia e i rimandi alle correzioni del testo registrate nella Berichtingungsliste der griechischen Papyrusurkunden aus Ägypten.

Troviamo poi la connessione al testo del papiro nella Duke Data Bank of Documentary Papyri on line intelligente esempio di come le opportunità della Rete possono essere sfruttate e alle immagini del documento, in due formati: a 72 dpi e a dpi. Progetti: vi si illustrano alcune delle numerose ricerche avviate presso il Centro, quali la redazione di Corpus dei papiri storici greci e latini , il progetto Papyrologica Universitatis Lupiensis sul quale vd.

In questa medesima sezione si troverà l'elenco delle pubblicazioni prodotte presso il Centro. Ancora in fase di realizzazione apparivano le due ultime sezioni del sito web, Siti di interesse e Altre risorse.

L'indirizzo di posta elettronica al quale contattare il Centro è cspapiri ilenic. Immagini dei papiri demotici della collezione leccese Descrizione della missione archeologica congiunta delle Università di Lecce e Bologna a Kom Umm El-Atl, l'antica Bakchias, nel Fayum. Leipziger Papyri Un'introduzione alla storia della collezione di papiri dell'Università di Lipsia, curata da R. Nordrhein-Westfälische Akademie der Wissenschaften: Arbeitsstelle für Papyrologie, Epigraphik und Numismatik Il sito WWW del Dipartimento di Papirologia, Epigrafia e Numismatica dell'Accademia delle Scienze della regione Nordrhein-Westfalen per il momento comprende solamente informazioni dedicate alla papirologia, ed abbiamo dunque ritenuto opportuno schedarlo in questo capitolo della Rassegna.

In queste pagine elettroniche si potrà trovare, oltre all'elenco dei collaboratori del Dipartimento e all'indice della serie Papyrologica Coloniensia , una ricca sezione Papyrussammlung che comprende: Una breve storia della collezione di papiri di Colonia.

Un'illustrazione di alcuni dei documenti più interessanti della collezione: in particolare vi troviamo descrizioni di un papiro letterario con un frammento di Archiloco P. Köln II, 58 , di un codice con una Vita di Mani, in greco, e di un papiro con gli esercizi di scrittura del comogrammateus dell'Arsinoite Petaus P.

Petaus Informazioni sul progetto di digitalizzazione delle immagini dei papiri di Colonia. Le eccellenti immagini digitali dei papiri pubblicati in P. Una sezione dedicata al bel codice contenente i libri di Ezechiele, Daniele ed Ester nella versione della LXX, di cui ampie parti sono conservate appunto a Colonia; si troveranno qui, oltre ad un'introduzione con bibliografia, anche numerose e splendide immagini del codice.

Un elenco di links ad altri strumenti in Rete per lo studio della papirologia. Papyrussammlung der Österreichischen Nationalbibliothek Nell'ambito della pagine sulle collezioni della Biblioteca Nazionale Austriaca vi è una sezione dedicata all'imponente raccolta di papiri greci, copti, arabi ed orientali della Biblioteca, il cui nucleo iniziale fu costituito dalla collezione Papyrus Erzherzog Rainer fondata nel e giunta alla biblioteca già nel Con i suoi In particolare si segnalano le descrizioni dei due progetti: Die lateinischen Lehnwörter in den griechischen Papyri e Griechische Lehnwörter in koptischen dokumentarischen Texten.

Inoltre nella sezione 'Explore' vi sono links selezionati a risorse on line nel campo della Papirologia e della storia antica. POxy: Oxyrhynchus Online Gideon Nisbet ha curato un'eccellente presentazione dell'immenso patrimonio papiraceo restituito dalla celebre Ossirinco, nell'ambito del sito elettronico del Centre for the Study of Ancient Documents di Oxford.

La pagina si articola nelle sezioni: Oxyrhynchus, con brevi informazioni sulla località. The Papyri, una delle sezioni più interessanti: da qui si potranno scorrere gli indici di tutti i volumi pubblicati dei POxy e vedere le immagini dei papiri pubblicati nei volumi ; il curatore del sito progetta di includere presto le fotografie digitali relative agli altri volumi.

Nella pagina Imaging the papyri si potranno trovare informazioni sui metodi seguiti per ottenere le immagini digitali dei documenti.

In questa stessa sezione troveremo anche un esperimento sull'utilità delle tecniche di manipolazione computerizzata delle immagini per la decifrazione di un papiro, condotto su POxy , fr. The Project: in questa sezione troveremo una brevissima introduzione all'Egypt Exploration Society e soprattutto i dettagliati indici degli ultimi volumi pubblicati dei POxy.

Events and News, sezione che raccoglie le notizie relative alle manifestazioni collegate allo studio di Ossirinco e dei suoi documenti; nel momento in cui ho compilato questa scheda agosto da segnalare la suggestiva versione on line della mostra Oxyrhynchus: A City and its Texts, che si è tenuta nel mese di luglio del presso l'Ashmolean Museum, sulla quale si veda l'apposita scheda. Resources, una sezione miscellanea, che rimanda alle pagine: Location Lists, una lista che permette di rintracciare il luogo di conservazione dei documenti editi nella collana dei POxy.

Links, connessioni a pagine dedicate allo studio della papirologia e ai problemi legati alla digitalizzazione di manoscritti antichi. Request's we're handling: in questa sezione vengono depositate le fotografie digitalizzate di papiri richieste da qualche studioso, che ancora non sono rifluite nella raccolta principale di immagini ricordiamo infatti che questa per il momento comprende solo le fotografie dei documenti pubblicati nei volumi dei POxy.

Un modulo per mettersi in contato attraverso la posta elettronica con i curatori di questo sito elettronico; attraverso questo mezzo si possono per esempio richiedere immagini digitalizzate di un papiro. L'accesso alle immagini delle collezione avviene per lingua di redazione, ma, nel momento in cui si redigeva questa scheda novembre erano disponibili in Rete solamente le immagini relative a papiri letterari e paraletterari greci editi.

In questa sottosezione i papiri sono organizzati per: Numero d'inventario; Autore con un elenco a parte per gli adespota ; Catalogazione secondo J. Le immagini dei documenti sono registrate in due formati: a 72 dpi e a dpi con eccellente risoluzione.

II , London L'edizione on line è stata creata in modo che sia possibile scorrere i testi ma anche eseguire ricerche sia nel testo dei documenti, sia nei seguenti altri campi: nel campo contenente l'introduzione e il commento, nella traduzione inglese, nel titolo, nel campo tipo, autore o a campo libero. Tutte le tavolette sono corredate di nuove immagini elettroniche acquisite dalla scansione diretta degli originali.

La versione elettronica si configura a tutti gli effetti come una nuova edizione, sono infatti indicate anche nuove letture o emendamenti, accessibili con un apposito link. Indicazioni dettagliate sulle differenze tra l'edizione a stampa e quella elettronica, sono date in una pagina specifica insieme ai dettagli sul sistema di citazione e ai progetti di sviluppo futuro.

Per chi si avvicina per la prima volta a questa interessante documentazione, privata e d'ufficio, proveniente dalle unità dell'esercito romano stanziate lungo il vallo di Adriano, è stata creata una apposita mostra, che conduce virtualmente ad una visita del sito archeologico e degli scavi e da cui si possono ricavare notizie sulla storia e le vicende della fortezza, la vita militare, la prosopografia dei personaggi menzionati nei documenti, la lingua latina dei documenti e il problema della lettura e interpretazione dei testi.

Ogni sezione della mostra è collegata al database e conduce all'esame dei testi rilevanti per ciascun argomento.

Una sezione Reference fornisce gli strumenti e le notizie necessarie per affrontare gli aspetti più specialistici della terminologia e degli aspetti trattati. I Files XML, insieme a tutta la documentazione relativa sono disponibili per il download in una apposita pagina del sito relativa agli aspetti metodologici del progetto. Read about the Duke Data bank of Documentary Papyri, che contiene una descrizione della banca dati e del CD ROM che ne è stato tratto, specificando i materiali che ancora non sono rifluiti nel CD e una versione on line, costantemente aggiornata, della Checklist of Editions of Greek and Latin Papyri, Ostraca and Tablets vd.

Conserving the Duke Papyri.

Interpreting the Duke Papyri, con una lista di manuali di papirologia. Cataloguing the Duke Papyri, in cui si illustra la scheda di catalogazione dei papiri della collezione. Imaging the Duke Papyri. Putting the Duke Papyri online. Editing the Duke Papyri, con una lista dei testi pubblicati e in corso di pubblicazione.

Search these Papyrus web Pages, uno strumento di ricerca consente di reperire rapidamente le informazioni che interessano nei documenti Read about the Papyri in general e Read about the Duke Papyri. Search the online catalogue records of the Duke papyrus collection , uno strumento che consente di muoversi rapidamente nell'importante catalogo dei papiri di Duke, prototipo di quello che sarà l'archivio del progetto APIS.

John Oates in un messaggio del 2 gennaio inviato alla PAPY-L annunciava che i lavori al Duke Papyrus Archive sono stati virtuamente completati: sono ormai disponibili on line informazioni e immagini sui papiri inventariati nelle collezioni dell'Università di Duke anche se per la verità circa immagini devono ancora essere aggiunte alla banca dati Le immagini sono disponibili in tre formati: in formato ridotto, nella versione a 72 dpi e nella versione a dpi.

Il lavoro per il catalogo on line di Duke è stato illustrato da P. In questa sezione troviamo ora anche la lista delle definizioni utilizzate per classificare i documenti in base al loro contenuto pubblicata da P.

Van Minnen nell'articolo sopra menzionato , la lista dei nomi geografici, la lista degli autori classici e infine links ad altri cataloghi on line di collezioni papiracee.

Browse images of and texts about Duke papyri by selected topics, un documento che consente di studiare immagini e testi papiracei, ordinati per argomento, cioè: Archives family papers etc.

Cultural aspects food etc. Forms of documents notarial etc. Geographical names Material aspects potsherds etc. No text picture Religious aspects Script bookhands etc. University of Michigan Papyrology Home Page La Papirology Home Page della University of Michigan è articolata nelle sezioni: Introduzione alla collezione, con la presentazione e storia della collezione e soprattutto la connessione al database del progetto APIS, per la sezione curata dall'Università del Michigan: University of Michigan: Advanced Papyrological Information System In questo sito elettronico si potrà trovare una breve introduzione al progetto e si potranno effettuare ricerche sulla base di dati compilata all'Università del Michigan: una semplice maschera di ricerca consente infatti di effettuare interrogazioni per parole chiave, ma anche per nome dell'editore o numero di inventario.

Il risultato è in forma di dettagliate schede, che comprendono informazioni su: L'aspetto fisico del documento materiale, dimensioni, stato di conservazione, aspetti paleografici, etc. Il contenuto del testo datazione, provenienza, tipo di documento, un riassunto del contenuto, parole chiave, traduzione, aspetti prosopografici e geografici. Informazioni sulle edizioni editio princeps , ripubblicazioni e correzioni, bibliografia di commento.

Importante ormai storicamente la connessione al Papyrus Digitization Project , che dal al si pose come esperienza pilota intesa alla creazione di una grande banca dati che raccolga le immagini di tutti i papiri a noi noti e che ha costituito una fase sperimentale del progetto APIS e degli altri progetti di digitalizzazione di immagini di papiri.

L'illustrazione del progetto, nella sua fase sperimentale, consente di osservare i test condotti su due papiri, P. Le immagini a formato intero sono contenute in files di notevoli dimensioni e possono richiedere molto tempo per essere caricate; molto più agevole e rapida la visione delle immagini a formato ridotto. Per ulteriori informazioni sul progetto APIS a Michigan contattare l'indirizzo di posta elettronica apis-info umich.

Events and Exibitions: notizie sulle conferenze e seminari tenuti a Michigan e links alle mostre virtuali in cui sono esposti papiri ed oggetti provenienti dall'Egitto greco-romano, tra cui 'Traditions of Magic in Late Antiquity' e 'From Papyri to King James: The Transmission of the English Bible' disponibili nello stesso sito e la mostra 'Oxyrhynchus: A City and its Texts' allestita nel sito di Oxford.

Snapshot of daily life una forma sperimentale di presentazione on line dell'archivio di Paniskos da Philadelphia, III sec.

Prossimamente sarà aggiunta un'analoga risorsa sui documenti dell'archivio di Zenone. Online tour: una visita virtuale al campus di Ann Arbor e ai locali che ospitano la collezione. Useful tools: contiene: A Select Bibliography of Papyrology, ovvero una bibliografia ragionata di introduzione a cura di T. Gagos, Other Papyrological Resources: connessioni ad altre collezioni e risorse per la papirologia, Books in Harlan Hatcher Graduate Library, un catalogo completo dei libri a disposizione per i ricercatori e gli ospiti della Collezione.

Riferimenti per ottenere altre informazioni sulla collezione. È inoltre ora possibile accedere ad una forma sperimentale di presentazione didattica on line della collezione, attraverso dei percorsi tematici che descrivono alcuni argomenti di storia e antichità relative all'Egitto greco romano, da cui è possibile accedere in modo dinamico al database che conserva i testi interessanti per ciascuno degli aspetti illustrati. Kraft ha raccolto i links alle sue numerose pubblicazioni on line dedicate alla documentazione papiracea conservata presso l'Università della Pennsylvania.

Da segnalare in particolare, nella sezione sul Center for Judaic Studies, l'introduzione ai papiri del centro, versione elettronica dell'intervento che R. Kraft ha presentato al Convegno Internazionale di Papirologia di Firenze. Per il momento sono a disposizione degli utenti un inventario descrittivo della collezione di papiri conservata alla biblioteca universitaria di Princeton, a cura di R.

Cook, ed una discreta selezione di immagini 26, nel momento in cui redigevo questa scheda , con descrizioni. Per ulteriori informazioni contattare l'indirizzo di posta elettronica dcskemer princeton.

L'area programmi su VOLftp

The Tebtunis Papyri Collection and the Advanced Papyrological Information System project at The Bancroft Library I papiri di Tebtunis costituiscono la più grande collezione di documenti papiracei provenienti da un singolo sito egiziano conservata negli Stati Uniti.

Questa pagina elettronica, ancora in fase di costruzione, illustra tra l'altro il luogo di provenienza dei documenti, la storia della collezione e consente di accedere a testi ed immagini dei papiri di Tebtunis, secondo lo schema dell'Advanced Papyrological Information System.

Il sito elettronico è in effetti costituito dalle pagine: Tebtunis, con una breve descrizione del sito dal quale provengono i documenti. History of The Tebtunis Papyri Contents of the Tebtunis Papyri: i papiri della collezione provengono essenzialmente da tre "fonti": i cartoni di mummie dei coccodrilli sacri tra i quali quelli pertinenti l'archivio del komogrammateus Menches , gli scavi effettuati nella città e nel tempio di Soknebtunis, infine i cartoni di mummie umane.

In questa sezione vengono illustrate le caratteristiche principali di questi diversi gruppi di documenti. The Hearst Medical Papyrus presenta un documento di sospetta autenticità conservato nella Bancroft Library: un papiro ieratico della prima metà del II millennio a. Archives and Dossiers: per il momento sono stati individuati due archivi nella grande massa di documenti da Tebtunis, il già citato archivio di Menches e l'archivio dei sacerdoti di Soknebtunis.

Images of the Tebtunis Papyri, un archivio che contiene già un buon numero di immagini dai primi dei volumi dei PTebt. Glossary of Technical Terms Other Related Resources, connessioni ad altre pagine di interesse per lo studio della papirologia nella Rete. Catalog Introduction Accurata introduzione, a cura di Stephen Emmel, al catalogo delle collezioni papiracee conservate nella Beinecke Library dell'Università di Yale.

L'introduzione, un tempo disponibile via gopher ed ora riversata nel più comodo formato per WWW, illustra una per una le voci che compongono il catalogo.